L’Agenda 2030 dell’ONU per lo sviluppo sostenibile, con i suoi diciassette obiettivi, esprime un chiaro giudizio sull’insostenibilità dell’attuale modello di sviluppo, non solo sul piano ambientale, ma anche su quello economico e sociale. È quindi definitivamente superata l’idea che la sostenibilità sia unicamente una questione ambientale, lasciando spazio a una visione integrata delle diverse dimensioni dello sviluppo.

Otto obiettivi sono connessi con le generazioni future, e ben sei di questi fanno esplicitamente riferimento all'infanzia, segnale chiaro del fatto che aiutare i bambini a raggiungere il loro pieno potenziale è il migliore investimento sul futuro, quindi sul progresso.

Oggi nel mondo ben 152 milioni di minori sono costretti a lavorare1 e quasi il 90% del peso delle malattie attribuibili al cambiamento climatico è a carico dei bambini di età inferiore ai 5 anni2.

Come investitori abbiamo l’opportunità di partecipare a un grande cambiamento, destinando risorse verso aziende sensibili a tutte queste problematiche.

Pramerica Sicav Social 4 Children ESG è la nuova strategia tematica di tipo bilanciato che, integrando criteri ESG nella selezione degli strumenti da inserire in portafoglio, oltre al rendimento finanziario, mira al benessere dei bambini di oggi e del domani.  

Il Comparto esclude dall’investimento le società coinvolte in attività controverse e in controversie sul lavoro minorile e investe in società che sviluppano soluzioni sostenibili ed efficienti per affrontare le sfide del prossimo futuro.

L’APPROCCIO

Per la gestione di Pramerica Sicav Social 4 Children ESG, nell’ambito delle scelte di portafoglio, oltre ai tradizionali criteri finanziari vengono considerati anche criteri ambientali, sociali e di governance (ESG).

Per la componente obbligazionaria, che può arrivare fino al 100% del portafoglio, il gestore integra i criteri ESG con l’approccio bottom-up fondamentale, escludendo dall’universo investibile gli emittenti coinvolti in attività controverse definite nel nostro processo d’investimento ESG (ad es. armi, gioco d’azzardo, alcool, tabacco). Privilegerà emissioni green, social e sostenibili, con particolare attenzione ai bisogni legati al miglioramento della qualità della vita sul pianeta.

Per la componente azionaria, che può arrivare fino al 70% del portafoglio, il gestore seleziona gli strumenti finanziari in cui investire tra quelli di società considerate idonee secondo la metodologia di valutazione del provider utilizzato e comprese nell’universo degli emittenti ammissibili nell’indice MSCI World Impact ESG Select Children’s Rights Index.
Questo indice è definito escludendo le società che, secondo la metodologia MSCI, sono coinvolte in attività controverse, hanno impatti ambientali negativi sul pianeta (come l’estrazione di carbone) o, in generale, hanno un qualsiasi tipo di coinvolgimento nel lavoro minorile.
Vengono invece ricompresi gli emittenti che hanno il più alto contributo al fatturato derivante da attività sostenibili, prevalentemente riconducibili a temi ambientali, come la lotta ai cambiamenti climatici e la tutela delle risorse naturali, e a temi sociali, quali ad esempio nutrizione, farmaceutica.

Il gestore del comparto ha la possibilità di investire il patrimonio in un’ampia varietà di asset class, anche in quelle che tendono ad avere potenzialità di rendimento interessanti a fronte di un incremento del livello di rischio.

A CHI È ADATTO

All’investitore che predilige l’investimento in aziende non coinvolte in attività controverse e che mostrano sensibilità e impegno in attività che possono contribuire a migliorare la qualità della vita sul pianeta per le generazioni future.
Orizzonte temporale: 5 anni. Profilo di rischio/rendimento pari a 4, in una scala da 1 a 7.

 

1 Fonte: Unicef, giugno 2020
2 Fonte: Environment and climate change, UNICEF, 2020